Tag Archives: design

23 Novembre 2013

21 Nov

t_riciclo

Nella giornata di sabato 23 Novembre 2013 in piazza Aranci a Massa, si svolgerà l’evento curato da Gams in occasione della Settimana Europea dei Rifiuti 2013, in collaborazione con il Comune di Massa, con il mercatino del riuso “Niente di Nuovo”e con il Patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Massa Carrara.

L’iniziativa toccherà i temi:
# riuso e preparazione per il riutilizzo;
# raccolta differenziata, selezione e riciclo.

Con la consulenza del product designer Camilla Piccinini, componente del team operativo del Centro di Ricerca Rifiuti Zero Capannori (LU), Gams ha progettato una giornata dedicata all’educazione, alla sensibilizzazione alla raccolta differenziata, al riutilizzo e alla buone pratiche verso la riduzione dei rifiuti.

Una parte ludica coinvolgerà i bambini che tutti i giorni vivono Piazza Aranci. Ci sarà un laboratorio bambini+genitori per la creazione di “macchinine” da cartone usato, raccolto con la collaborazione dei commercianti della piazza. Con il gioco “dove lo metto?” si impareranno, invece, i primi rudimenti di separazione dei materiali per il riuso e riciclo.

Il cuore dell’evento sarà un’installazione realizzata dai giovani architetti: la casa reused.
Un alloggio tipo verrà disegnato in pianta, con nastro adesivo sulla pavimentazione. La “casa” sarà poi arredata con mobili ricavati da rifiuti, da oggetti riciclati o riparati.

Con l’aiuto della Dott.ssa Piccinini verranno analizzate qualità e quantità dei rifiuti della vita quotidiana, ad esempio per la preparazione di un pasto elaborato o per il cambio di un bebè, e verranno valutate le materie di largo acquisto e consumo anche rispetto all’impatto che i loro residui (contenitori e imballaggi) hanno sull’ambiente.
L’evento durerà tutta la giornata fino ad un’ora dopo il tramonto, dalle 15 in poi ci saranno i laboratori e gli interventi.


IN CASO DI PIOGGIA si svolgerà nell’atrio del Comune, eventuali altre variazioni saranno comunicate tempestivamente su questo blog: https://gams4youngarchitecture.wordpress.com/ e sui principali quotidiani.

Annunci

Park(ing)Day GAMS Marina di Carrara

20 Set

parkingday_gams

Da un semplice gesto proposto a San Francisco nel 2005 da un gruppo di designer, REBAR, ha preso vita un vero e proprio appuntamento annuale a scala internazionale, The Park(ing) Day. Il progetto, che si svolge sempre il terzo venerdì di Settembre, per il 2013 il 20 settembre, in molte città e paesi del mondo, promuove la trasformazione temporanea di spazi destinati a parcheggio in spazi pubblici.
I parcheggi si trasformano in di piccoli parchi temporanei, ospitano installazioni, spazi di relax o di gioco, senza limiti alla creatività, con l’obiettivo di migliorare il paesaggio urbano.
Dal 2005 ad oggi il gruppo REBAR ha creato un sito in cui vengono mappati ogni anno i luoghi in cui il Park(ing) Day viene realizzato, fornendo anche un piccolo manuale gratuito che in 10 punti spiega come rendere efficace il progetto. Il Park(ing) Day non é un gesto di protesta, bensì un modo alternativo e sostenibile per utilizzare il suolo pubblico.
Il sito ufficiale in cui si trovano immagini e in cui sono mappati i luoghi in cui il progetto Park(ing) Day ha avuto luogo e’ il seguente http://parkingday.org/

GAMS, Giovani Architetti Massa Carrara con la collaborazione del Comune di Carrara e il patrocinio dell’Ordine degli Architetti, desidera poter realizzare e celebrare il Park(ing) Day, a Marina di Carrara nel parcheggio di Piazza Ingolstadt, proprio il 20 Settembre 2013, giorno stabilito dall’organizzazione a scala mondiale per la realizzazione dell’evento.
La scelta della location, in accordo con il Comune di Carrara, si inserisce in un percorso di partecipazione cittadina iniziata a Maggio da GAMS con il progetto “4 Chiacchiere per Marina di Carrara”. Con l’aiuto di Luca Rossi, commerciante della zona, e il supporto dell’Assessore Fabio Traversi si è intrapreso un processo di progettazione condivisa con i commercianti e gli abitanti del quartiere. L’obiettivo è quello di comprendere i disagi legati alla qualità e gestione dello spazio pubblico e farsi interpreti delle esigenze dei commercianti e dei cittadini attraverso piccole e temporanee iniziative volte a migliorare, anche temporaneamente, il paesaggio urbano di Marina di Carrara.
Il GAMS Park(ing) Day prosegue il progetto precedentemente iniziato trasformando per un giorno piazza Ingolstadt in un’area di fruizione pubblica e non più in un parcheggio, allestendo un piccolo giardino con materiali che verranno riciclati dopo il loro utilizzo a cura di GAMS.
Saranno presenti: una esposizione artistica a cura di EXP, momenti di intrattenimento ispirati all’importanza della lettura a cura dell’associazione Nati per Leggere e allestimenti curati da Biancolaccatolucido e Knit Café Carrara.
Vorremmo che per un giorno il parcheggio di Piazza Ingolstadt diventasse luogo di incontro di situazioni urbane tra loro diverse che possano ravvivare lo spirito della “citta pubblica” insieme ad altre associazioni che hanno aderito al progetto Park(ing) Day GAMS come EXP, Nati per leggere, Knit Café (allestimento Anna Fabrizi) e Biancolaccatolucido.

Rinnovo del Consiglio dell’Ordine di Massa Carrara per il quadriennio 2013/2017

28 Giu

header_sito

In occasione delle elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori di Massa Carrara
GAMS ha espresso quattro candidati, che si impegneranno a rinnovare un organismo, a nostro avviso, attualmente sottoutilizzato:

Giovanni Giorgi
Silvia Nicoli
Paola Pavoni
Bianca Pellerano

Sulla scheda sono richieste 8+1 preferenze.

Le elezioni si svolgeranno in queste giornate:

1) prima votazione con quorum 206 (la metà degli aventi diritto al voto):
– il 1° giorno –  giovedì        4 luglio 2013
– il 2° giorno –  venerdì        5 luglio 2013

2) seconda votazione con quorum103 (un quarto degli aventi diritto al voto):
– il 1° giorno –  sabato          6 luglio 2013
– il 2° giorno –  lunedì           8 luglio 2013
– il 3° giorno –  martedì         9 luglio 2013
– il 4° giorno –  mercoledì  10 luglio 2013

3) terza votazione con qualsiasi sia il numero dei votanti:
– il 1° giorno –  giovedì     11 luglio 2013
– il 2° giorno –  venerdì     12 luglio 2013
– il 3° giorno –  sabato      13 luglio 2013
– il 4° giorno –  lunedì       15 luglio 2013
– il 5° giorno –  martedì     16 luglio 2013

DESIGN : utilità, arte o fumo negli occhi?

24 Gen

Tanti sono al giorno di oggi i significati che diamo a questa parola usata ed abusata per esprimere il tutto e il niente.
Da definizione la parola design può essere intesa come attività alla base della costruzione di un progetto complesso, materiale o concettuale, oppure come progettazione alla base di una futura produzione industriale in serie.
Si fanno risalire le sue origini al movimento Arts & Crafts quando con l’avvento della rivoluzione industriale in Inghilterra iniziano a svilupparsi le arti applicate ed il processo artistico-creativo non è più fine a se stesso ma si allarga alla realizzazione di progetti di uso comune.
Il design però è nato quando sono nati l’uomo e di conseguenza i suoi bisogni primari, è nato per rispondere a questi con la miglior soluzione possibile, per costruire un riparo, fabbricare utensili per cacciare, pescare e coltivare la terra, è nato quando l’uomo ha usato il suo intelletto per semplificarsi la vita.

Immagine

evoluzione del coltello nella preistoria

Fino a poco tempo fa si dimenticava  la funzione primaria svolta dal design, poiché la società del consumo ci ha reso dipendenti  da bisogni creati proprio da essa stessa. Il vero designer non dovrebbe farsi coinvolgere in una operazione che è a solo profitto dell’industria e a danno del consumatore, soprattutto perché, ormai, a seguito di questa crisi, questa tendenza sta un po’ cambiando: si sta tornando al volere oggetti che costano secondo il loro vero valore e di una qualità che trascende i limiti temporali della moda passeggera. Se prima, quindi, si dava molto e troppo valore agli oggetti che probabilmente non ne avevano, ora la maggior parte delle persone tende a dargliene meno di quello che effettivamente hanno. Se all’inizio dei tempi design poteva avere un significato tecnico, col passare degli anni ha assunto accezioni intrinseche che rimandano alla sociologia, al rapporto tra l’oggetto ed il suo utilizzatore, alle sensazioni provate nell’usare un determinato prodotto ed anche, ultime ma non meno importanti, alla creatività all’estetica e all’arte.

Immagine

Servizio di posate ZAHA – Zaha Hadid

Non dobbiamo quindi dimenticare che dietro alla creazione di un oggetto utile ed economico c’è un processo di semplificazione che è molto più difficile di quello che si pensa, e a questo punto risulta impossibile non citare Bruno Munari ed il suo “Da cosa nasce cosa”:

“Semplificare vuol dire cercare di risolvere il problema eliminando tutto ciò che non serve alla realizzazione delle funzioni. Semplificare vuol dire ridurre i costi, diminuire i tempi di lavorazione, di montaggio e di finitura, vuol dire risolvere due problemi assieme in un’unica soluzione, semplificare è un lavoro difficile ed esige molta creatività.
Complicare è molto più facile, basta aggiungere tutto quello che ci viene in mente senza preoccuparsi se i costi vanno oltre i limiti di vendita, se ci si mette più tempo a realizzare l’oggetto e via dicendo.
Bisogna dire però che il pubblico in genere è più propenso a valutare il tanto lavoro manuale che ci vuole a realizzare una cosa complicata piuttosto che a riconoscere il tanto lavoro mentale che ci vuole per semplificare, dato che poi non si vede. Infatti la gente di fronte a soluzioni estremamente semplici che magari hanno richiesto lunghi tempi di ricerche e di prove dice:” ma come, è tutto qui? ma questo lo so fare anch’io!”

QUANDO QUALCUNO DICE  “LO SO FARE ANCH’ IO” VUOL DIRE CHE LO SA RIFARE, ALTRIMENTI L’AVREBBE GIÀ FATTO PRIMA!!!

Immagine

Set di posate per aperitivo MOSCARDINO – Matteo Ragni e Giulio Iacchetti
Immagine

Finger biscuit – Paolo Ulian

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: