Galleria

Press material: Ruusupuisto architectural competition | Ruusupuiston arkkitehtuurikilpailu

23 Feb

Un concorso internazionale di progettazione ben definito… un paese da sempre ai primi posti per la qualità dell’architettura… un tema complesso, il collegamento tra due edifici mussali esistenti e il rispetto per l’architettura di un maestro, Alvar Aalto… un’opportunità per molti architetti… il primo premio a un team di 5 GIOVANI ARCHITETTI!!!

Alvar Aalto Foundation - news and press releases

An International Architectural Competition For An Extension Between The Alvar Aalto Museum And The Museum of Central Finland

Alvar Aalto -museon ja Keski-Suomen museon nivelosan yleinen suunnittelukilpailu

29.6. – 30.10.2015

www.alvaraalto.fi/ruusupuisto

1. Palkinto | 1. Prize (14 000€)

Nimimerkki | Pseudonym Silmu

Tekijät | Authors: Sini Rahikainen, Hannele Cederström, Inka Norros, Kirsti Paloheimo, Maria Kleimola

2. Palkinto | 2. Prize (7 000€)  Nimimerkki | Pseudonym Kannel

Tekijät | Authors: Tarmo Juhola, Essi Peltola, Anna Juhola

Avustajat | Assistants: Anna Hakamäki, Minna-Maija Sillanpää

3. Palkinto | 3. Prize (5 000€) Nimimerkki | Pseudonym The Ground and the Roof

Tekijät | Authors: SMAR Architecture Studio. Fernando Jerez, Belen Perez de Juan

Avustajat | Assistants: Xinyi Wang, Kristen de Gregorio, Alejandro Gil

1. Lunastus | 1. Purchased entry (2 000€)Nimimerkki | Pseudonym A2A

Arkkitehtuurihuone BUENAVENTURA

Suunnittelijat | Authors: Janne Ekman,

View original post 89 altre parole

Le osservazioni al Regolamento Urbanistico Comune di Massa

31 Gen

 

Lettera di GAMS all’Amministrazione Comunale

2 Gen

Massa 29.12.2015

“Siamo un Paese straordinario e bellissimo, ma allo stesso tempo molto fragile. È fragile il paesaggio e sono fragili le città, in particolare le periferie dove nessuno ha speso tempo e denaro per far manutenzione. […] C’è bisogno di una gigantesca opera di rammendo e ci vogliono delle idee”

Renzo Piano

Anche nella nostra città fragile occorre un rammendo raffinato, ci vogliono idee, proposte e concorsi.
In questi giorni sulla stampa locale si parla di un nuovo edificio pubblico che l’Amministrazione Comunale si impegna a realizzare nei prossimi mesi: il palazzetto dello sport, importante e necessaria infrastruttura per il nostro contesto, per gli sportivi e per tutta la comunità.
Ancora una volta un intervento pubblico, con potenzialità rigenerative, in una posizione strategica per la città, viene ideato senza un palinsesto, senza un organico studio urbanistico e soprattutto senza un concorso di progettazione o di idee.

Il D. Lgs. 163 /2006 Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE definisce all’art. 3 comma 41 che: I «concorsi di progettazione» sono le procedure intese a fornire alla stazione appaltante, soprattutto nel settore della pianificazione territoriale, dell’urbanistica, dell’architettura, dell’ingegneria o dell’elaborazione di dati, un piano o un progetto, selezionato da una commissione giudicatrice in base ad una gara, con o senza assegnazione di premi.
I concorsi di progettazione, sono uno strumento importante per raccogliere idee, per studiare il territorio e per garantire qualità architettonica e originalità delle proposte.

La nuova proposta di legge sulla Qualità architettonica presentata al Parlamento (DDL Zanda) prevede infatti Concorsi di progettazione obbligatori per tutti gli interventi di trasformazione del territorio.

Da poco si è chiuso in Germania il concorso internazionale per il Museo del Bauhaus a Dessau. I vincitori ex aequo sono due con progetti differenti, agli antipodi: uno lineare e funzionale, uno organico e scultoreo; adesso alla Fondazione Bauhaus Dessau la scelta finale, come afferma Claudia Perren, direttrice della Bauhaus Dessau Foundation:
“Abbiamo il compito di costruire il Museo del Bauhaus, che affonda le sue radici in questa scuola unica. La domanda è: che tipo di architettura nel XXI secolo è adatta a questo obiettivo? Il concorso internazionale di architettura è riuscito a coinvolgere in questo dibattito molti studi provenienti da tutto il mondo. Ora noi abbiamo due vincitori, le cui proposte rappresentano l’intera gamma di opportunità possibili”

E ancora Raffaele Sirica ricorda che:
“La connessione virtuosa tra Programmazione delle opere pubbliche e Concorsi di progettazione rappresenta la condizione necessaria entro la quale impegnarsi, per avere, anche nel nostro Paese, diffuse trasformazioni urbane di qualità”.

La legge francese del 1977 evidenza infine la funzione civile e sociale dell’architettura:
“L’architecture est une expression de la culture. La création architecturale, la qualité des constructions, leur insertion harmonieuse dans le milieu environnant, le respect des paysages naturels ou urbains ainsi que du patrimoine sont d’intérêt public”
Loi n°77-2 du 3 janvier 1977 sur l’architecture

Il palazzetto dello sport di Massa non è semplicemente un’attrezzatura sportiva, è un’opportunità di rigenerazione, non è solo un’area ai margini è una cittadella dello sport, è un ambito di recupero.
Non si tratta solo di disegnare un contenitore, ma di progettare un edificio inserito all’interno di un contesto più ampio da ripensare in maniera organica per generare un processo di rinnovamento socio culturale a scala urbana e di quartiere.

GAMS chiede al Comune di Massa di ricorrere agli strumenti dei Concorsi di idee e dei Concorsi Progettazione per gli interventi pubblici sulla città.

In basso, l’articolo uscito su La Nazione del 2 gennaio 2016, tratto dal contenuto della lettera di GAMS; per ora nessuna critica diretta al progetto, ma una critica alle modalità…

GAMS_la_nazione_20160102

CARTONE 3D_XMas 2015

9 Dic

INVITO_CARTONE3D_web_OK-03-03

Il 09.12.2015 al Mercato Coperto Centrale di Massa alle 10.00 si è tenuta l’Inaugurazione di Cartone 3D XMAS Edition con i lavori degli alunni della IV e V della Scuola Primaria E.De Amicis di Turano, alla quale hanno partecipato tutte le classi dell’istituto. I lavori sono stati realizzati nell’ambito dei Progetti didattico formativi per l’A.s. 2014/15 del Comune di Massa, a cui abbiamo partecipato.

Con cartone riutilizzato, abbiamo spiegato una parte del mondo della geometria tridimensionale agli alunni della 4^ e 5^ elementare della scuola “E. De Amicis” di Turano (MS), in un ciclo di incontri di 6 ore per classe. L’attività didattica si è concentrata sulla spiegazione e realizzazione di solidi semplici e complessi come il CUBO e l’ICOSAEDRO, solido con 20 facce, partendo dalla geometria piana di forme semplici come il TRIANGOLO, il QUADRATO e il CERCHIO.
DSCN2269
Nella prima parte del progetto ci siamo dedicati alla conoscenza del triangolo e del quadrato ispirandoci alle sperimentazioni didattiche del metodo Munari e introducendo gli alunni alla storia dell’uso di queste forme nell’architettura dagli antichi ai giorni nostri.
Siamo poi passati alla costruzione geometrica di queste forme e all’introduzione ai segreti delle loro simmetrie, producendo elementi bidimensionali con la carta e il cartone. Infine abbiamo sviluppato in piano i solidi per costruirli poi in 3D.
foto 4
Essendo a ridosso delle Festività Natalizie, abbiamo deciso in comune accordo con la scuola, di realizzare con i solidi un allestimento adatto al clima natalizio, da cui “NATALE 3D”.
Abbiamo scelto come location l’atrio d’ingresso del mercato coperto di Massa, da poco ristrutturato, occupando un piccolo spazio attualmente non calpestatile e transennato, con l’autorizzazione e il patrocinio del Comune di Massa, per renderlo più adatto al clima delle feste e abbiamo usato le transenne come supporto a cui appendere i disegni degli alunni, anche questi fatti sul cartone di riuso, dandogli una seconda vita… almeno per un po’.
FOTO 5
Si ringraziano gli alunni, la maestra Elena Furfori, tutti i commercianti del Mercato Coperto, gli Ass.ri Silvana Sdoga e Mauro Fiori e l’Amm. Unico di ASMIU Federico Orlandi, che hanno partecipato all’inaugurazione e ascoltato i bambini durante la presentazione del lavoro svolto.
foto 2

Potete visitare CARTONE 3D XMas Edition ogni giorno fino al 6 Gennaio 2016 presso il Mercato Coperto Centrale negli orari di apertura.

BUON NATALE _ MERRY CHRISTMAS 2015

(t)riciclo

26 Nov

1401943_10151830710408940_1517453174_o

E (t)riciclo fu.


“La creatività unita alla buone pratiche supera ogni difficoltà” scrive Anna Pucci su “La Nazione” del 25 Novembre 2013.


E così nonostante la pioggia, la coincidenza di altri due “eventi”, nonostante il buio, le incertezze e il poco supporto del Comune, sabato 23 Novembre 2013 Gams ha allestito il suo evento per la Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2013.


1453317_10202604970394998_1331739528_n

Abbandonata Piazza Aranci per via della pioggia e della manifestazione, che male si legava ai laboratori per i bambini, l’atrio del Comune già occupato dal presidio Rom, (t)riciclo -che ha aspettato per un mese il Patrocinio del Comune- ha trovato posto nelle rampe attorno al Municipio.


1401902_10151830721168940_1034403271_o

La casa reused è stato un esperimento interessante: gli arredi di riuso sono diventati un gioco per grandi e piccini.

sulla notizia2

tubi

biancolaccatolucido su Instagram

La “panchina in  100 sedie” -realizzata con la collaborazione del mercatino di riuso di Cinzia Sbrana, che ringraziamo per l’enorme disponibilità- andava dall’atrio del Comune fino a alla terrazza su via Porta Fabbrica e ha subito suscitato l’interesse dei frequentatori del Palazzo, anziani e giovani, che l’hanno provata e usata con piacere.

1464042_10151828809018940_998790954_n

La macchinine di cartone, realizzate con il materiale gentilmente fornito dai commercianti della zona -davvero disponibili, che ringraziamo- hanno attirato l’attezione dei bambini (e non solo), che si sono fermati per giocare o anche solo per una foto.

dove lo metto

1466119_10151830945533940_210012772_n

1455971_10151830945078940_316732736_n

Il momento più importante è stato il gioco “dove lo metto”, durante il quale si sono sfidati alla raccolta differenziata perfetta dei bambini già davvero preparatissimi.528270_10151830943483940_392678814_n

1441307_10202606973445073_1383244590_n

1457761_10151830947903940_1670275960_n

Ringraziamo la Dott.ssa Camilla Piccinini, del team operativo del Centro di Ricerca Rifiuti Zero Capannori (LU), per il suo prezioso supporto di consulenza durante la fase di organizzazione e di allestimento dell’evento.

1456513_10151830946598940_1133395801_n

I Gams sono attenti alle tematiche ambientali per Statuto, per formazione e per sensibilità personale. I nostri eventi sono realizzati tutti con una grande percentuale di materiali riutilizzati, i materiali di rifiuto sono riciclati in modo corretto.
Alla fine di un evento Gams lo spazio assegnato viene lasciato pulito e nelle condizioni precedenti all’evento.
1393096_10151797911996818_1726222707_n
Per realizzare (t)riciclo Gams ha speso 70 euro, autofinanziati.
1469991_10151830907853940_752742369_n

Vi aspettiamo al prossimo evento.

Ringraziamo: i ragazzi dell’igersmassacarrara, Dorina, Luca, Martina (1 e 2), Matteo (grande e piccolo), Nicola, Stefania, Stefano e tutti quelli che hanno partecipato.

Ph. Nicola Bruschi, Elisabetta Mosti, Silvia Nicoli, Camilla Piccinini.

23 Novembre 2013

21 Nov

t_riciclo

Nella giornata di sabato 23 Novembre 2013 in piazza Aranci a Massa, si svolgerà l’evento curato da Gams in occasione della Settimana Europea dei Rifiuti 2013, in collaborazione con il Comune di Massa, con il mercatino del riuso “Niente di Nuovo”e con il Patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Massa Carrara.

L’iniziativa toccherà i temi:
# riuso e preparazione per il riutilizzo;
# raccolta differenziata, selezione e riciclo.

Con la consulenza del product designer Camilla Piccinini, componente del team operativo del Centro di Ricerca Rifiuti Zero Capannori (LU), Gams ha progettato una giornata dedicata all’educazione, alla sensibilizzazione alla raccolta differenziata, al riutilizzo e alla buone pratiche verso la riduzione dei rifiuti.

Una parte ludica coinvolgerà i bambini che tutti i giorni vivono Piazza Aranci. Ci sarà un laboratorio bambini+genitori per la creazione di “macchinine” da cartone usato, raccolto con la collaborazione dei commercianti della piazza. Con il gioco “dove lo metto?” si impareranno, invece, i primi rudimenti di separazione dei materiali per il riuso e riciclo.

Il cuore dell’evento sarà un’installazione realizzata dai giovani architetti: la casa reused.
Un alloggio tipo verrà disegnato in pianta, con nastro adesivo sulla pavimentazione. La “casa” sarà poi arredata con mobili ricavati da rifiuti, da oggetti riciclati o riparati.

Con l’aiuto della Dott.ssa Piccinini verranno analizzate qualità e quantità dei rifiuti della vita quotidiana, ad esempio per la preparazione di un pasto elaborato o per il cambio di un bebè, e verranno valutate le materie di largo acquisto e consumo anche rispetto all’impatto che i loro residui (contenitori e imballaggi) hanno sull’ambiente.
L’evento durerà tutta la giornata fino ad un’ora dopo il tramonto, dalle 15 in poi ci saranno i laboratori e gli interventi.


IN CASO DI PIOGGIA si svolgerà nell’atrio del Comune, eventuali altre variazioni saranno comunicate tempestivamente su questo blog: https://gams4youngarchitecture.wordpress.com/ e sui principali quotidiani.

Tulip Day 2013

19 Ott

5

Un’aiuola ai margini della città, non molto curata, un po’ di buona volontà e tanta partecipazione. Ecco cosa ci vuole per portare a termine un attacco di tulipani ben riuscito.

image(2)alcune fasi dell’attacco (foto Silvia Nicoli, Paola Pavoni)


Nella giornata internazionale del Tulipano, 12 Ottobre 2013,  i gams, insieme a Biancolaccatolucido e a una ventina di partecipanti -con il supporto del consigliere Elena Mosti , rappresentate dell’amministrazione, e della Dott.ssa Paola Lanese, che si occupa del verde del Comune di Massa- hanno invaso con 135 bulbi di tulipano lo spazio verde che si trova sull’Aurelia, lato mare, proprio all’ingresso della città di Massa, dopo il ponte Trieste.
Il primo intervento di guerrilla gardening dei gams si è concluso, per adesso i bulbi “dormono”, lo spazio è stato delimitato da alcuni cartelli handmade e i primi risultati sono attesi per Febbraio, Marzo.
L’attivismo verde esiste già da diversi anni, ma questo è il primo attacco su suolo massese. E’ un modo semplice e divertente per avvicinare i cittadini al proprio territorio e diffondere il concetto della cura condivisa dello spazio pubblico.
Con questi interventi si “porta colore” e “si disegna la città” -come è stato detto- ma soprattutto si innesca un processo di partecipazione e di coinvolgimento che ha la potenzialità di rafforzare il legame tra città e cittadino seguendo il tempi lenti della natura.

6il gruppo GAMS con alcuni partecipanti (foto Eva Pianini)
 
 
 
Galleria

4 chiacchiere per Marina di Carrara su Progettare n. 5 2013

17 Ott

Questo slideshow richiede JavaScript.

Park(ing) Day GAMS, Cinzia Chiappini su Antenna 3

28 Set

Let’s park!!! Park(ing) Day GAMS – Piazza Ingolstadt- 20 Settembre 2013

27 Set

Immagine

Il 20 settembre, giornata mondiale per la celebrazione del Park(ing) Day, iniziativa firmata REBAR (gruppo di artisti e designer statunitensi), i GAMS in collaborazione con il Comune di Carrara e il patrocinio dell’Ordine degli Architetti della provincia hanno realizzato il Park(ing) Day, a Marina di Carrara in Piazza Ingolstadt, solitamente destinata a parcheggio con sosta oraria.
Il GAMS Park(ing) Day ha trasformato per un giorno il parcheggio, situato in una posizione pressoché nodale e prossima alle strade commerciali di maggiore passaggio da parte di cittadini e turisti, in uno spazio di fruizione pubblica. L’evento è stato organizzato attraverso un allestimento temporaneo curato dai giovani architetti, che ha dato un nuovo disegno alla piazza con pochi materiali e oggetti riciclati e riciclabili come pneumatici riciclati al posto delle sedute, sacchi riempiti di erba al posto dei cuscini, pallet in legno riciclati, e la raccolta di piante portate volontariamente dai partecipanti alla manifestazione.
Immagine
Gli spazi creati all’interno della piazza sono stati cosi occupati dall’associazione Nati per Leggere che ha creato uno spazio dedicato alla lettura delle fiabe per i più piccoli, da BiancoLaccatoLucido con uno spazio dedicato al design e la messa in opera di un piccolo laboratorio artistico con i bambini per la realizzazione di un giardino di girandole di carta e un’esposizione dei prodotti assolutamente hand made di Knit Café che ha allestito uno spazio dedicato all’arte del saper fare … a maglia.
Ancora l’associazione MEA, che si e’ spontaneamente unita alla manifestazione mentre era in corso, con un trucco coloratissimo ha trasformato i bambini in super eroi. Infine per concludere la giornata il gruppo EXP, costituito da giovani artisti, ha realizzato sul posto una macchina di cartone richiamando il simbolo del Park(ing) Day, una macchina assolutamente riciclabile, a zero emissioni.

Immagine

Le persone, inizialmente stupite e alcune anche disturbate, hanno lentamente preso possesso della piazza ed hanno iniziato a sdraiarsi e rilassarsi proprio come in un piccolo parco cittadino; alcuni bambini insieme ai genitori hanno occupato alcuni spazi di parcheggio con dei giochi di gruppo che si erano portati da casa, altri hanno cominciato a giocare con i pneumatici inizialmente utilizzati come sedute o con le bolle di sapone messe a disposizione.Immagine
Tutti i materiali sono stati poi conservati per future iniziative o riciclati per usi differenti: i sacchi sono stati reimpiegati nella vendemmia del giorno successivo da parte di alcuni partecipanti, i pneumatici riconsegnati per essere smaltiti secondo le regole, il tnt in parte conservato e in parte utilizzato per proteggere le piante e cosi via.
Per un giorno il parcheggio di Piazza Ingolstadt, seguendo quasi alla lettera il decalogo del Parking Day, si è trasformato da luogo di sosta a luogo d’incontro di svariate situazioni urbane che hanno ravvivato lo spirito di Marina di Carrara, non solo celebrando quindi un’iniziativa e un’idea condivisa a scala mondiale, l’importanza di spazio pubblico e qualità dello spazio urbano, ma dando una visione alternativa di uno spazio che forse per posizione e conformazione potrebbe avere una destinazione diversa da quella attuale. L’iniziativa ha contribuito infatti a confermare, anche presso l’amministrazione comunale, in particolare nell’assessore Fabio Traversi che ci ha seguito nell’organizzazione, che Piazza Ingolstadt può avere un ruolo diverso nel sistema urbano di Marina di Carrara; la sua vocazione di piazza più che di parcheggio si é resa talmente palese da lasciare qualche spiraglio di novità nelle future scelte dell’amministrazione, soprattutto a seguito della collocazione di un parcheggio molto più capiente nelle vicinanze.

Questa iniziativa a permesso ai GAMS di fare un altro passo in avanti rispetto al progetto “4 Chiacchere per Marina di Carrara”, proprio in ragione del quale si è scelta questa location per il Park(ing) Day. In attesa del prossimo evento, vi invitiamo a cercare le foto del nostro Park(ing) Day sul sito ufficiale http://my.parkingday.org/

Immagine

Foto di Nicola Bruschi e Paola Pavoni

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 300 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: